Chi ben comincia con un calendario dell’avvento, è a metà dell’opera

Chi ben comincia con un calendario dell’avvento, è a metà dell’opera
Photo Credit To kennysarmy

Oggi è il primo dicembre. Molte cose sono avvenute in passato durante questo giorno: nel 1970 è stata approvata la legge per il divorzio in Italia, nel 1986 è stato inaugurato il Musée d’Orsay a Parigi e nel 2009 è entrato in vigore il Trattato di Lisbona che ha modificato il trattato originario dell’Unione Europea, introducendo, tra le altre, le direttive per poter uscire dall’UE.

Guardando agli avvenimenti ricorrenti e tralasciando i grandi eventi storici, con questa data ha inizio il periodo pre-natalizio, il conto alla rovescia dei giorni che ci separano dal Natale. Tradizione vuole che oggi si inizi il calendario dell’avvento, momento in cui ogni giorno si aprirà una casellina del calendario per scoprirne il suo contenuto, in genere cioccolata o altri dolciumi vari, ma nel corso degli anni ci si è sempre di più sbizzarriti e ne sono stati ideati di diversi e molto originali con altri tipi di piccoli regali, come anche una frase o un pensiero.

In tedesco si parla di Adventskalender  e qui a Berlino tutte le istituzioni ne hanno o ne hanno avuto uno. Negli anni passati si sono cimentati in questa iniziativa la catena di supermercati Reichelt, la Komische Oper regalava biglietti per vedere le sue opere a patto che si rispondesse correttamente alle domande poste, e persino la BVG e AirBerlin ne hanno realizzato uno. Quest’anno aderiranno al conto alla rovescia il sito di visitBerlin che ha finora legato l’apertura di ogni casella con suggerimenti e estrazioni per partecipare ad eventi in città e il sito Weihnachten in Berlin, dove basterà iscriversi alla newsletter per ricevere idee sui regali di Natale, eventi, oltre che la possibilità di partecipare al  gioco per accaparrarsi un premio ogni giorno da qui alla vigilia. Dal primo novembre è cominciata anche una mostra nel Museum Europäischer Kulturen, dove sono raccolti tutti i calendari dell’avvento più belli del mondo e si fa luce su alcuni aspetti e tradizioni legate al Natale.

A dimostrazione di come questa tradizione sia particolarmente radicata in Germania, anche la Telekom regala una pubblicità all’insegna della condivisione e della comunicazione con gli altri. Inoltre il video introduce la storia del piccolo Jonas, che va in giro per il villaggio a offrire il contenuto di una casellina agli altri abitanti, da seguire a questo indirizzo.

Sembrerebbe quindi che oltre a dolciumi e mercatini di Natale, ci sia qualcos’altro  che aiuta a ricordare questa festa e non c’è forse modo migliore che cominciare il mese con un calendario dell’avvento in preparazione della festività e di tutto quello che rappresenti e significhi per ciascuno di noi.

Autore: Valentina Lo Iacono

About The Author

Valentina Lo Iacono

Appassionata di lingue, letteratura e ogni aspetto culturale che possa essere definito tale. Ama viaggiare e dedicarsi alle attività collaterali che un viaggio comporta. Di recente ha maturato anche un forte interesse per la tecnologia, che le offre degli spunti interessanti per la stesura di alcuni articoli. Qualche anno fa è approdata a Berlino e ancora non se n'è andata. Di pensieri e idee scrive anche su globewanderin.com.

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *