C’è Posta per l’UE: se non lo sai, chiedi pure!

C’è Posta per l’UE: se non lo sai, chiedi pure!

A quasi due anni dai risultati del Referendum sulla Brexit che hanno segnato l’inizio delle trattative per l’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea nel 2019, sempre più spesso ci si è posti la domanda “meglio dentro o fuori l’Unione”?

Tanti i dibattiti, tante le domande. Uno dei grandi insegnamenti tratti dai risultati elettorali del 2016 è che la stragrande maggioranza dei cittadini europei non sa quali sono gli incarichi dell’Unione e dei suoi organi, quali sono oltre agli svantaggi, i vantaggi del vivere all’interno della Comunità Europea, quali i privilegi e i diritti che un cittadino europeo automaticamente acquisisce.

Ma perché il cittadino europeo è così disinformato? I media il più delle volte ostacolano questo processo di informazione, diffondendo notizie incomplete, a volte completamente false. Ma perché l’UE non fa nulla per contrastarle? Ci si potrebbe chiedere. Ebbene, dopo la Brexit uno degli obiettivi fondamentali europei è diventato quello di aumentare, sostenere e alimentare la coesione europea, in modo da far sviluppare una coscienza ed identità europea. I cittadini d’altro canto, cosa possono fare per saperne di più, per informarsi su cosa avviene a livello europeo e mondiale?

Tante sono le possibilità, una di queste è senz’altro l’iniziativa promossa da Eunews attraverso la rubrica di informazione intitolata C’è POSTA PER L’UE. Lo scopo è quello di coinvolgere i cittadini nei processi di informazione, affinché chiedano in prima persona quali sono i temi più scottanti o semplicemente meno chiari e che quindi richiedono una spiegazione. Si tratta di un progetto supportato dalla Commissione Europea e che vede la partecipazione di tanti esperti pronti a dare il loro contributo. Più risposte, più informazione, più coscienza, più unione, più Europa.

Autrice: Alessandra Rago

About The Author

Alessandra Rago

Mi chiamo Alessandra, vengo dalla meravigliosa Napoli e vivo qui a Berlino da 2 anni. Sono un'ex-ballerina, ma la danza fa sempre parte della mia vita. Studio "Anglophone Modernities in Literature and Culture" presso l' Universität Potsdam, adoro la cioccolata, amo cucinare ma anche fare tanto sport. Mi mancano la mamma, il sole, il mare e la pizza ma, in fin dei conti, non c'è nulla che un buon libro e un po' di immaginazione non possano ricostruire e reinventare. Vivo a volte tra le nuvole e mi perdo nei miei pensieri ma al momento giusto so essere determinata e forte. Segni particolari: Non mi arrendo mai!

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *