Piccola guida di giardinaggio per competere con i balconi berlinesi

Piccola guida di giardinaggio per competere con i balconi berlinesi
Photo Credit To Ruth Stirati

Insomma alla fine é arrivata la primavera, di colpo, da un giorno all’altro, ci sono stati solo un paio di giorni di transizione in cui dal mio cappotto michelin come lo chiama mio marito sono passata al cappottino più leggero,  ma pur sempre cappotto, e poi ZAC! pioggerellina umida, aria tiepida, boccioli degli alberi sempre piú rigonfi, e tutt’ad un tratto, alberi verdi ovunque, scoiattoli impazziti per le strade, uccelli che cantano in modo quasi assordante, gente in maniche corte, Berlino con popolazione percepita come il triplo dei mesi prima e soprattutto, e sicuramente ci avete fatto caso, balconi che ricominciano a prendere vita, a colorarsi, e a prepararsi per la loro sfilata piú importante che é la collezione Primavera-Estate di Berlino.

Quando abitavo in Italia ed ero ragazzina, ricordo che piantavo semi di fagiolo e di lenticchia e facevo crescere le piantine, sul balcone l’aspirazione piú grande che ho avuto sono state le piante di petunia, belle, ma pur sempre solo petunie.

Qualche anno dopo il mio trasferimento a Berlino ho avuto la fortuna di avere una vicina di casa che era una di queste persone che addobbano il loro balcone in una maniera stupenda e fantasiosa….allora ho cominciato anche io a sbizzarrirmi e ricordo che approfittavo dei miei frequentissimi viaggi in treno e in aereo per lavoro, per comprarmi riviste di giardinaggio, divorarmele, e mettere in atto il tutto sul mio balcone. I risultati si sono visti da subito, e la mia soddisfazione più grande é stata ricevere dei ringraziamenti dai dirimpettai che erano contenti di avere una vista così bella tutti i giorni.

Ho deciso quindi di scrivere questo articolo per dare pochi ma buoni consigli per chi ha voglia di avere un bel balcone colorato e non solo con i soliti gerani!. Le piante che vi consiglio sono tutte abbastanza resistenti alla pioggia, al vento, ai pidocchi e se la cavano pure con un balcone esposto solo ad Est o solo ad Ovest.

  1. Cominciate a piantare verso Aprile-Maggio. Se volete essere proprio sicurissimi che nessuna temperatura sotto lo zero ammazzerà le vostre piantine, piantate dopo gli Eisheiligen ( santi del ghiaccio) , giornate che cadono tra l’11 e il 15 Maggio.
  2. Non annegate le vostre piante nell’acqua, e non annaffiate mai quando ci sta il sole diretto sopra la pianta, rischiereste di bruciarla. io personalmente annaffio di mattina presto, e quando é molto caldo, anche di sera tardi. Se ci sta molto vento ovviamente bisogna annaffiare di piú.Per chi ha poco tempo, esistono dei vasi intelligenti con la possibilitá di annaffiare di piú e tenere l’acqua in una specie di deposito, che poi viene assorbita dalla pianta quando serve…
  3. Se volete vedere le vostre piante sempre fiorite, prendetevi 5 minuti al giorno per controllarle. I fiori secchi o sfioriti, vanno tolti, per evitare che la pianta sprechi troppa energia nel produrre il seme. Togliendo il fiore secco la pianta produce piú fiori. Togliete anche le foglie secche o marce, e date sempre un’occhiata se ci sta qualche parassita. In quel caso consiglio di usare qualche pesticida biologico, o diversamente quelli tradizionali, ma attenti a non lasciarli in giro se ci sono animali o bambini in giro.

DSC04611

Ed ecco una breve lista  di piante resistenti e colorate, a prova di pollice nero!

Metto i nomi  in tedesco che in italiano non li so tutti!! Andate poi a cercarvi la foto su google immagini. E tanto é qui che li dovete comprare… Che ne dite poi di mandarmi fra un po’ le foto dei vostri balconi e le pubblichiamo tutte insieme? Buon divertimento!!! Che la stagione piú bella abbia inizio  (mamma mia quanto sono metereopatica e quanto ho sofferto quest’inverno…)

  1. Blaue Mauritius, stupenda, i fiori si chiudono di sera, scende giù , e fiorisce ininterrottamente tutta l’estate
  2. Lavendel (lavanda) , parla per sé
  3. Männertreu (Lobelia), fiorisce tutta l’estate, io la metto sempre vicina a piccole petunie rosa, é un’accoppiata vincente
  4. Petunie piccole cascanti e non
  5. Wandelröschen: occhio i semini sono velenosi per i bambini!
  6.  Una delle mie preferite: Husarenknopf  (sanitaria procumbens) , fiorisce e cresce in una maniera stupenda, no pidocchi, resistente a tutto! Ma non annegatela, cresce in America centrale.
  7.  Kornblume (Fiordaliso): sapete perché la adoro? Perché su questa pianta arrivano frotte di cardellini a mangiarne i semi, in genere genitori stressati con piccoli urlanti alle calcagna
  8.  Grassnelken, semplicissima da curare, adorata dalle api
  9.  Margherite gialle, non bianche. Quelle bianche, almeno le mie, vengono puntualmente attaccata da una mosca che deposita le uova sulle foglie, e la larva cresce nella foglia creando un vero e proprio labirinto, spettacolo indubbiamente interessante, ma non bello.
  10. Felicia amelloides, sembra una piccola margherita blu. Se anche qua state attenti a togliere tutti i semini secchi, fiorirá ininterrottamente!
  11. Schwarzaugige Susanne, il nome é tutto un programma. Una rampicante meravigliosa ed elegante, mia madre se la é portata da Berlino facendole fare un viaggio in treno di 24 ore perché a Roma non la trovava.
  12. Kappuzzinerkresse: vantaggio: i fiori si possono mangiare aggiungendoli nell’insalata e ha colori meravigliosi, cresce che é una bellezza. Svantaggio: adorata dai pidocchi. Puó anche essere usata come attrazione per i pidocchi che si concentrano su di lei ignorando di piú le altre.

sunflower-368894_640

Piante per la felicità dei bambini e piante utili:

  1. Piantate i pomodorini, cherry tomaten, se avete un balcone dove il sole ci sta per almeno mezza giornata. I bambini li mangeranno con una voracità incredibile, e inoltre sono buonissimi! Io compro in genere 4 piantine di cherry tomaten e le pianto in un vaso lungo, da Luglio in poi non devo piú comprare pomodorini a meno che qualche figlio non faccia man bassa. Attenzione a non usare pesticidi in questo caso e attenzione a concimarle quanto serve.
  2. Fragole: che dire…sono buonissime!! Il loro terreno deve essere sempre umido e vanno bene anche per balconi con poco sole
  3. Girasoli: appena mettono i semi, i girasoli saranno perennemente visitati da passeri, cardellini, verdoni…
  4. Tageti: resistenti e attirano le coccinelle. le coccinelle mangiano i pidocchi!
  5. Basilico, rosmarino, timia, origano, e altre ottime piante per la cucina. Tra l’altro crescono anche tutte nel vasetto in cucina.

Piante belle ma “cagionevoli”

  1. ci provo tutti gli anni, ma durano poco: i papaveri….adorati da api e insetti di tutti i tipi
  2. rose: vengono regolarmente distrutte dai pidocchi o dalle piogge troppo abbondanti degli ultimi anni..
  3. ranuncoli, bellissimi, ma verso metá estate non fioriscono piú

Potrei continuare in eterno ma preferisco fermarmi qui: uscite e andata in qualche bel rivenditore di piante ( Berlin0 é piena!!!) e buon divertimento!

Autore: Ruth Stirati

About The Author

Ruth Stirati

Sono Ruth Stirati, sono a Berlino dal 1993 e laureata in biologia molecolare. Ho tre figli perfettamente bilingui nati nel 2003, 2005 e 2007. Dopo aver lavorato per 10 anni come biologa , nel 2007 ho fondato la ditta Case a Berlino e 3 anni dopo ho ideato insieme ad altri professionisti il portale Berlinitaly. Dal 2009 ho cominciato a scrivere per il blog italiani a berlino, da sempre un punto di riferimento per tutti gli italiani in arrivo, e ora con Matteo dirigo il magazine del portale Berlinitaly, nato alla fine del 2015! Lavoro ancora per Case a Berlino come social media Manager e nel frattempo ho imparato a creare e seguire pagine Instagram per clienti esterni. La mia passione sono la natura, tutti gli animali, i viaggi, la vita sana, il mio coro pop con il quale canto in tutta Berlino dal 2014 e la cucina vegana grazie alla quale ho ritrovato energia e benessere! Sono curiosa, empatica, solare e amo ridere e cercare di trovare il lato positivo in tutte le sfide delle vita. La mia più grande sfida al momento é trovare il sole durante il lunghissimo inverno berlinese!

Related posts

2 Comments

  1. Sara

    Ma che carinissimo articolo Ruth! Curare il proprio giardino chiede tanta pazienza e oltre a quella tu ci metti anche un particolare interesse che condividi con tutti noi. Bellissime foto, mi auguro davvero che sia il tuo bel giardinetto, uno così lo vorrei anch’io! Complimenti e grazie per le dritte, la prossima volta che arriva la stagione ho già in mente tutt’una serie di particolarità da coltivare!

    Reply

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *